Trentino
     

Isolamento termico delle pareti: la risposta di HD System

PROBLEMA

L’attuale patrimonio edilizio presente è per lo più realizzato precedentemente all’entrata in vigore della legge 10/91 e per questo costruito senza tener conto delle performance in termini di consumo energetico. Nasce quindi l’esigenza di adeguare o migliorare l’efficienza energetica di queste strutture durante gli interventi di ristrutturazione, migliorando le prestazioni degli involucri esterni in termini di isolamento termico.
Le tecniche più utilizzate ad oggi riguardano l’impiego di soluzioni a lastre, che possiamo trovare di varia composizione e natura, spesso però queste soluzioni trovano dei limiti nell’essere utilizzate su edifici storici o su facciate relativamente complesse, adornate da fregi, in materiali faccia vista (pietra naturale) o bugnate.
In questi casi l’intervento di miglioramento delle prestazioni energetiche del pacchetto murario può essere eseguito con tali sistemi solo in interno prevedendo la realizzazione di contro-pareti, di difficile progettazione, che vanno a limitare la corretta gestione igrometrica dell’ambiente interno.
Inoltre i materiali isolanti utilizzati all’interno degli ambienti, di natura polimerica o compositi, risultano inadeguati dal punto di vista della Bio compatibilità e quindi delle emissioni di sostanze dannose all’interno dei locali, con elevate emissioni di VOC o Formaldeide, in molti casi anche se prodotti da materiali riciclati e con principi di ecosostenibilità.
Questo ultimo aspetto di rilevante importanza è spesso posto ai margini della progettazione ma risulta essere fondamentale per la salubrità degli ambienti.



INTERVENTI RICHIESTI

Sugli edifici di pregio gli interventi di miglioramento energetico delle superfici opache devono garantire il mantenimento delle caratteristiche estetiche delle facciate e risultare compatibili con la natura dei materiali su cui sono applicati e con le condizioni al contorno in cui sono posti.
In questo caso vengono utilizzate malte da intonaco ad elevate performance in termini di conducibilità termica, tali da permettere interventi in grado di mantenere la naturale conformità e bellezza della facciata. Inoltre le malte per il risanamento termico possono essere utilizzate anche in interno evitando l’utilizzo di contropareti e sistemi a secco.
L’applicazione di tali sistemi richiede l’uso di materiali compatibili con la struttura e le murature dove sono applicati, privi di Cemento Portland, ed in grado di garantire buone prestazioni per la gestione igrometrica degli ambienti interni limitando la formazione di condense e muffe.



VANTAGGI DELLE SOLUZIONI HD System

Il laboratorio R&S HD System ha messo a punto una gamma prodotti ad elevate performance, sia in termini di isolamento termico che acustico, di calce idraulica naturale NHL 5 B FLUID X/A esenti da cemento Portland al loro interno.
La formulazione di tali malte ha previsto l’uso di specifiche materie prime come la perlite e silice espansa che, selezionate in combinate all’inerte dolomitico (Dolomia) in curva granulometrica continua, hanno permesso di raggiungere gli elevati standard garantiti da HD System, riducendo i rischi di formazione di cavillature e fessurazioni da ritiro.
Tali materiali rispettano le prescrizioni richieste per l’uso in ambito conservativo, non creano sottoprodotti dannosi sul supporto, sviluppando un’ottima resistenza ai solfati e riducendo così la formazione di efflorescenza saline.



ES. CICLO CONSIGLIATO

Isolamento termico interno all’edificio.

1- Asportazione totale dell’intonaco presente e successiva spazzolatura, pulitura, al fine di rimuovere tutti gli inquinanti e parti inconsistenti presenti.
Se l’intonaco attuale risulta ben adeso alla muratura sarà possibile eseguire l’intervento di applicazione della malta termoisolante sopra di esso, previa stesura di rasatura di ancoraggio con TD13PA.
2- Applicazione a macchina tramite lancia spruzzatrice del prodotto VOLCALITE, in spessori max. di 2-3 cm per mano, fino al raggiungimento dello spessore desiderato.
Attendere l’asciugatura della precedente mano prima di riapplicare il prodotto, almeno 12 ore. VOLCALITE garantisce un elevato potere isolante con un valore di conducibilità termica ʎ = 0,066 W/mK e valori di massa volumetrica bassi 350 Kg/m3 grazie agli inerti silicatici espansi contenuti al suo interno, al contempo risulta avere una buona resistenza a compressione anche se privo di cemento Portland.
Il legante B FLUID X/A in calce idraulica naturale NHL 5, fa si che VOLCALITE risulti ideale per l’utilizzo su murature storiche, garantendo la totale inerzia chimica nei confronti dei solfati o di altri inquinanti che si possono trovare su murature storiche.
3- Successivamente rasare la superficie con TD13 P1 o TD13 P2 rifinire il tutto con finitura minerale ARENINO.
In caso di spessori superiori a 6-8 cm, sarà necessario eseguire la rasatura armandola con rete in fibra di vetro da 150 gr/m2 a rinforzo della stessa.
Scopri le nostre tipologie di intervento
Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Richiedi una consulenza
Compila il form ed inviaci la tua richiesta.


unchecked checked